Home / TerminiTV / Incastrati a Roma: dai senzatetto agli “expats”

Incastrati a Roma: dai senzatetto agli “expats”

Questo video sarà strano, con interviste fatte da febbraio ad oggi: stranieri di ogni tipo, dai senzatetto ai cosiddetti expats, che differiscono dai migranti per il colore.. del loro passaporto. La migrazione però non è solo per i poveri, tutti emigrano per motivi diversi. Certamente, se vieni da una zona di guerra, e sei nero, è molto probabile che sarai intervistato come migrante. Se sei bella, giovane e bianca, sicuramente non sarai guardata come migrante, bensì come un expat. Eppure, anche quella persona potrebbe essere scappata da una guerra, come Nela, un’attrice che abbiamo intervistato in questo episodio.

“Sognavo ogni giorno il nostro trasferimento in Italia, ma quando finalmente siamo venuti, ci siamo installati a Gorizia.. ed era così diversa dall’Italia che volevo scoprire!”

Incastrati a Roma, è questo che succede quando invece di lanciare monetine alla fontana di Trevi, si fanno degli amici, si va in parchi sconosciuti in questa meravigliosa città, e si è abbastanza fortunati da avere il passaporto giusto per restare.

“Mio passaporto è scaduto, carta d’identità è scaduta, carta della banca è scaduta”, un senzatetto marocchino ci racconta la sua situazione, “Voglio solo tornare a casa per sempre, ma come posso tornare, senza documenti?”

“Basta Italia” sembra un ritornello tra i senzatetto di Termini, come Adamo e Malik, dalla Costa d’Avorio e dal Senegal. Pur essendo insieme però, le loro storie sono differenti: Adamo è scappato dalla guerra, Malik è venuto con una borsa di studio.

Certo, è un video strano quello in cui senzatetto, migranti e “expats” raccontano le loro differenti esperienze di migrazione, ma così è la vita, specialmente in una stazione, la nostra stazione.

“Per me Roma era una scelta tutt’altro che scontata”, si confida Paolo Martino, il regista di “Terra di Transito”, un film dedicato proprio alla migrazione. Roma, per molti, non è una scelta, è una condanna, e/o una magia. Se si arriva qui da turisti, si riparte da turisti, se si arriva da viaggiatori, beh, forse si resta.

Check Also

Tra gli ultimi No Tav

Vi portiamo a Chiomonte, in val di Susa, dove da poche settimane si può entrare a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *