Home / Altre Stazioni / La ferrovia abbandonata di Dilijan, Armenia

La ferrovia abbandonata di Dilijan, Armenia

Sono finito in Armenia un po’ per caso, e quando ho iniziato a chiedere informazioni sulle ferrovie armene, ho capito che ci sarebbe stato qualcosa di interessante da raccontare. Associate al tempo dei sovietici, le ferrovie in Armenia sono un retaggio storico e politico molto lontano dalla sensibilità dei nuovi cittadini globalizzati di Erevan. 

Non avevo mai pensato all’Armenia prima, ma è sempre stato uno di quei luoghi che proprio per il proprio essere sconosciuti, hanno fascino. Il Caucauso, l’altezza media che supera i 500 metri, l’eredità di un genocidio mai veramente studiato. E’ proprio dal massacro degli armeni che viene la parola genocicio. Un popolo sempre identificabile, ma per esclusione. Gli armeni, popolo di grande storia, il primo che ha scelto il cristianesimo come religione nazionale. L’Armenia, un luogo di cui non si può parlare senza accennare a questo popolo così particolare, ma in verità, in questa occasione non parliamo degli armeni, bensì di una ferrovia dimenticata al nord dell’Armenia, che partiva dal lago Sevan e arrivava fino al confine con l’acerrimo nemico Azerbaijan.  

"Hanno sbagliato operazione in ospedale"

"Ho avuto un incidente e non so che fare"

Geplaatst door Termini TV op donderdag 7 december 2017

Check Also

Abdel, il poeta sudanese a Parigi

Abdelmoniem Rahma è un poeta e giornalista sudanese in asilo politico a Parigi. Ci racconta come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *